Ibernazione – manutenzione e deposito dell'attrezzatura da pesca

La maggior parte dei compagni di bastone considera la pesca un hobby stagionale. Non amano pescare sotto la pioggia e il gelo, a settembre riempiono la loro attrezzatura negli armadi e nelle cantine, e al più tardi in ottobre. Questo accade più spesso dopo questa spedizione autunnale, durante il quale nessun pesce mordicchiava l'esca, e un turbine e una pioggia gli fecero fare una solenne promessa, e non una volta quest'anno.

L'irritazione non è un buon consigliere e non ha senso caricare tutte le bobine nella scatola di cartone dopo la prima delusione autunnale., galleggia, filatori, contenitori con bigiotteria, di regola, è solo un qualsiasi tipo di versamento di tutta l'attrezzatura nel contenitore. Si rifletterà in primavera – alcune cose dovranno essere gettate via, alcuni devono essere riparati, e potrebbero essere necessari giorni per risolvere questo pasticcio.

Le serate di dicembre sono il momento perfetto per preparare con cura l'attrezzatura per il sonno invernale. Sono anche una grande opportunità per perseguire la tua passione nella stagione fredda. Non proviamo a riordinare, conserva i tuoi tesori in una sera. L'esperienza insegna, che rovistare nei giocattoli da pesca può essere un vero piacere. Già a dicembre si può pensare alle idi e agli scarafaggi di marzo.

Innanzitutto: non lasciamoci terrorizzare dalla famiglia e spinti nel seminterrato. Anche nei blocchi più moderni vi abitano topi e ratti. Forse considereranno il nostro contenitore un luogo perfetto per allestire un nido, useranno le coperte per rivestire i loro nidi, masticheranno le scatole, macineranno i denti sul manico di sughero della canna o anche sul grezzo di carbonio.

Quindi dobbiamo trovare un po 'di spazio nell'armadio, uno o due cassetti, pezzo di muro. Puoi anche invocare un vero regalo di Natale, per esempio.. un comò o un armadio abbinato al design degli interni. E poi ci mettiamo al lavoro. Cominciamo con le canne. Puliamo accuratamente tutti gli spazi vuoti con un panno imbevuto di detersivo per piatti, particolare attenzione è riservata alle calotte e ai connettori dei telescopi e degli occhielli. Metti le bacchette lucidate in custodie e tubi, metterli nell'armadio o in un angolo separato, prendersi cura, da non immagazzinare vicino a termosifoni, non sono inclini a ribaltarsi e possono essere raggiunti con relativa facilità – dopotutto, uno dei nostri colleghi può portarci a pescare anche in pieno inverno.

Passiamo molto tempo sui rulli. Iniziamo riavvolgendo con cura la linea attraverso un panno imbevuto di Ludwik o Sunlicht. Questo allungherà la sua vita. Apriamo il coperchio del meccanismo, togliamo il vecchio grasso con un pennello e solvente benzina e applichiamo quello nuovo – non si tratta di regali o altre invenzioni, è necessario acquistare grasso speciale per bobine. Mettete i fusti conservati in questo modo in scatole o coperchi e metteteli nel cassetto ottenuto dalla moglie.

Quindi iniziamo a ordinare i ganci, acini ed esche artificiali. Durante la stagione – anche se eravamo estremamente pedanti – diventano confusi e impigliati, raramente troviamo il tempo per sostituire gli acuti danneggiati, rimuovere i nodi rotti… Ba, perdiamo il controllo sul bene che abbiamo e non ci conosciamo, quali esche abbiamo.

Quindi selezioniamo i ganci, non piegato, Gettiamo quelli arrugginiti e spuntati nella spazzatura. Svuotiamo le bobine e le guide, dopotutto, in primavera legheremo nuovi steli dalla linea fresca. Prima di mettere i ganci nella scatola, è una buona idea immergerli nel cherosene e asciugarli accuratamente.

Quindi risolvilo, Per rimuovere ruggine e macchie d'olio, applichiamo spinner e cucchiai. A proposito, sostituiamo quelli piegati, ganci alti danneggiati, anelli spaccati e punte smussate devono essere affilati su una pietra di corindone.

Puliamo accuratamente anche i wobblers, scegliamo i colori e le dimensioni di twister e ripper e nascondiamo tutto in scatole separate con scomparti.

Puliamo anche ogni galleggiante, ogni waggler, togliamo le magliette di polietilene dai corpi e dalle chiglie, in modo che non si attacchino durante lo stoccaggio. Entrambi galleggiano, oltre alle esche, ci separiamo per il bene e per loro, che devono essere riparati, vernice, dipingere. Lasciamo quest'ultimo per il tempo del nostro inverno nostalgia per la canna da pesca.

Facciamo ancora un po 'di ordine nei pesi, alimentatori alimentatori, campane, luci e altri ninnoli, puliamo accuratamente le scatole delle esche e delle esche e finalmente possiamo iniziare ad attrezzare la nostra ghiacciaia. Abbiamo un tale ordine nell'attrezzatura estiva, che ogni volta che vogliamo, possiamo aprire il nostro cassetto e guardare i tesori della pesca, come un filatelista per i marchi postali.

Si prega di valutare l'articolo