Cosa dovresti sapere su esche e pesci da esca

Abbiamo due opzioni. Naturalmente, l'approccio più semplice e meno conflittuale sarebbe quello di seguire la via della minore resistenza: Si potevano scegliere dai cataloghi dei produttori di attrezzatura da pesca le caratteristiche della vasta gamma delle loro "super pasture"” e gli additivi per pasture confermando così la credibilità dei loro slogan pubblicitari esagerati. Tuttavia, promuovere qualcosa, ciò in cui un uomo non crede sarebbe una deviazione dalle proprie regole, e l'abuso della fiducia del lettore. Di conseguenza, contrariamente alla mia convinzione, Suggerirei di acquistare un 'maiale in un colpo”. Ecco perchè, cercando di prendere sul serio il lettore, Ho deciso di prendere la strada più complicata: in considerazione di alcuni pareri sulla pasturazione dei pesci, lasciatemi prendere una posizione critica o addirittura scettica (nonostante il rischio, che alcuni lettori possano considerarlo un'eresia).

Riguardo a questo, che l'esca è giustificata, ba, anche necessario, per aumentare le possibilità di una cattura riuscita – non discuteremo: probabilmente abbiamo tutti la stessa opinione. L'essenza dell'esca si basa sulle seguenti premesse:

- dispersione relativamente elevata di pesci nell'ambiente acquatico,

- sensi dell'olfatto e del gusto ben sviluppati e ben funzionanti nel pesce.

La prima premessa può essere illustrata sull'esempio di una carpa. Supponiamo, che peschiamo in pesce con pesce meglio che in media con 200 chilogrammi di pesce adatto per le carpe (2 kg / pezzo). Teoricamente – assumendo la perfetta distribuzione del pesce su tutta la superficie 2 ah – quando si pesca dovremmo cercare una carpa su un'area relativamente ampia 200 m2 e in un grande volume 300 000—400 000 litri d'acqua (assumiamo profondità 1,5-2 m). Fortunatamente, tuttavia, i pesci in realtà non abitano in modo perfettamente uniforme in nessun biotopo, ma scelgono posizioni specifiche, sempre nei luoghi che meglio si adattano a loro. Ovviamente, il nostro obiettivo è selezionare questi luoghi e, soprattutto, pescarci sopra.

In questo caso, possiamo prevedere, che a causa della naturale concentrazione di pesce, l'area per 1 la carpa sarà ridotta della metà – fare 100 m2 e al volume 150 000—200 000 litri. Il nostro richiamo sotto forma ad es.. 1-2 I chicchi di mais fini o un pezzo di patata in queste condizioni possono essere paragonati a un ago, che si cerca in un pagliaio. La carpa dovrebbe quindi essere estremamente fortunata (o piuttosto – sfortuna), per imbattersi in un granello in un'area così vasta, quale, inoltre, può essere nascosto nel limo o tra la vegetazione! Eventuali divieti in questa situazione sono il risultato di una coincidenza. È possibile eliminare l'incidente dalla pesca solo innescando deliberatamente.

Considerando i problemi di base della pasturazione, non si può dubitare che i sensi dell'olfatto e del gusto funzionino perfettamente nel pesce.. Queste caratteristiche dei pesci sono state confermate da seri esperimenti scientifici. Qui, tuttavia, dovrebbe essere posta una domanda specifica: quali odori e quali gusti reagiscono i pesci (e come reagiscono)? In ogni caso deve essere vaniglia?, peperoncino macinato o bicarbonato di sodio (bicarbonato di sodio) e dozzine di altre fragranze e sapori comuni o esotici.

Articolo revocato