Pesca attiva del luccio per pesci morti

L'articolo riguarderà questo, come cercare lucci e catturarli attivamente con un pesce morto. Quando si pesca il luccio nelle acque correnti, vale la pena usare la corrente del fiume. Il galleggiante viene annegato lentamente dall'acqua, e il pescatore penetra nella pesca muovendosi lungo la riva passo dopo passo. La massima enfasi dovrebbe essere posta sul summenzionato "passo dopo passo", perché nei posti più interessanti l'esca dovrebbe "fermarsi" il più a lungo possibile. A tentoni i "chilometri" del fiume nell'oscurità non ci porterà il successo che sogniamo.

Il luccio si trova più spesso in luoghi con una corrente più lenta (si trovano raramente nella corrente veloce). Scelgono posizioni vicino alla riva, ad esempio: ostacoli d'acqua e guasti e luoghi che offrono loro un buon riparo (vegetazione acquatica, sponde del fiume invase o lavate, ecc.). Nei fiumi non regolamentati tali luoghi sono relativamente facili da trovare dai pescatori. È peggio con i corsi d'acqua regolamentati, ma anche in esse si notano "irregolarità" di ogni tipo e grazie a ciò è possibile selezionare correttamente la zona di caccia del luccio. Sono speroni di fiume, faglie di riva simili a loro, lavaggi profondi in curva, restringimento ed estensione del corso del fiume, invertire gli episodi attuali, bocche affluenti, ecc..

L'intera arte della pesca del luccio si riduce alla ricerca di questi luoghi e, più importante, catturarli abilmente da diversi, possibili lati. L'esca deve sempre "sorpassare" il pescatore. Pike - come abbiamo già detto – in agguato per lo più vicino alla riva, potrebbe essere "preoccupato" nel vedere un pescatore sopra la sua testa prima di un pasto – che è perfettamente possibile con acqua pulita – e potrebbe non volerlo incontrare "faccia a faccia".

Set semplice

Il set del luccio è relativamente semplice. Il galleggiante dovrebbe avere questa galleggiabilità, per mantenere il pesce morto vicino al fondo in tutti i luoghi pescati quando adeguatamente caricato. Un'oliva stretta o poche palline grandi è più adatta per il caricamento (buono quando sono di dimensioni diverse). In fiumi poco profondi, di media profondità non superiore alla lunghezza dell'asta, puoi pescare con un galleggiante fisso. Tuttavia, ti consiglierei di usare anche un galleggiante in linea qui, bloccato con un cronometro (o tappetino con pellet). Il cronometro è bloccato sulla linea appena sotto il galleggiante posto su un terreno adatto (disegno 1 ).

Disegno 1. „Trotto” – passo dopo passo alla ricerca della riva. In un posto interessante, l'esca dovrebbe rimanere un po 'più a lungo. 1. un cronometro con un filo e una perlina, 2. galleggiante in linea, 3. blocco del pellet, 4. granuli di piombo di grandi dimensioni, 5. moschettone con spilla da balia.

Il galleggiante in linea ci permette di pescare anche a profondità maggiori. Se un pesce morto galleggia a una velocità diversa dal galleggiante o vuoi tenerlo più a lungo in un posto promettente, quindi impostiamo più terreno rispetto alla profondità della pesca.
I galleggianti in plastica trasparente sono i migliori per l'uso in acque limpide, come "Piker" e "Zeppler" di Drennan. Armiamo il pesce morto con due ami. L'ultimo è martellato nel lato del pesce, e l'altra sulla nuca dall'alto. Grazie a questo, "nuoterà” anche quando lo rilasci davanti a te. A questo punto, vorrei richiamare ancora una volta la vostra attenzione sulla necessità di perforare più volte la vescica natatoria del pesce. Altrimenti continuerà a galleggiare sottosopra nell'acqua.

Pesca con il vento

Il luccio può anche essere trovato in acque stagnanti, pesca con un impianto di perforazione alla deriva. Le correnti sottomarine vengono utilizzate per questo scopo (laghi della diga) o la forza del vento. In primavera dopo la deposizione delle uova e in estate, i lucci stanno con impazienza in acque poco profonde al confine della cintura di canne o sulle rive ben ricoperte di vegetazione acquatica.. Nei mesi più freddi, scendono sempre più in profondità dalla riva. Il metodo di pesca qui descritto è possibile solo, quando si sceglie una tale pesca, dove spingerà il vento” un pesce morto obliquamente dalla riva. Tirarla indietro lentamente non la spaventerà” lucci.

Con vento leggero o se vuoi, in modo che l'esca percorra una distanza considerevole, molto utile l'uso di un galleggiante con una vela”. Raggiungere una distanza in questo modo 100 e ci sono più metri, con una adeguata alimentazione di filo sulla bobina, tartufo. Il vantaggio di un galleggiante con una vela” la sua visibilità è molto buona, anche da lontano. È importante solo ingrassare la linea, che dovrebbe galleggiare sulla superficie dell'acqua. Se fosse affondata, a causa di rigonfiamenti incontrollati, la marmellata sarebbe quasi impossibile. Per la stessa ragione, per la pesca a lunga distanza, forte è necessario, bastone rigido.

Un galleggiante con una vela dovrebbe essere così carico di piombo, per stare in piedi anche con venti più forti e onde più grandi. Non dovrebbe inclinarsi quando il pescatore sta selezionando la linea (per un migliore "contatto" con l'esca). Il vento provoca, che il galleggiante fluttuante ruota sempre sul suo asse. Pertanto, deve essere montato in questo modo, in modo che non si impigli con la linea. Su alcuni modelli di galleggiante, la linea va dall'alto verso il basso per tutta la loro lunghezza. In altri, simile al tipo "Waggler", la linea si collega al galleggiante solo nella parte inferiore, ma attraverso il moschettone. Quest'ultimo metodo ha il vantaggio, che il galleggiante non interferisca con il gancio e il traino.

Per i galleggianti con una vela, i cosiddetti. galleggianti-piloti o palline di polistirolo. che vengono messi sulla linea sopra il galleggiante. Mantengono la lenza a galla e indicano l'esatta direzione della deriva. I galleggianti caricati in fabbrica costituiscono un capitolo separato. Per mantenere un pesce morto sopra il fondo (20-80 cm) è sufficiente utilizzare una pallina di piombo o una pallina più grande con il tappetino. Il galleggiante "Insert-Drifter" di Middy è eccezionalmente universale, che può essere equipaggiato con un corpo o una vela di varie dimensioni. Viene caricato in basso. Può essere collegato da un moschettone con una linea dal manico inferiore (proprio come il tipo "Waggler") o in due punti (sopra e sotto), l'occhio superiore è solo leggermente collegato alla scanalatura e si strappa quando è inceppato, non disturbare nella hall (disegno 2).

Disegno 2 (sulla sinistra): galleggia con una vela, attaccato come un tipo "Waggler" (sulla sinistra) o un normale galleggiante in linea ("Insert Drifter" con fermezza Middy), 1+2. tubo in silicone, 3. piombo aggiuntivo "mettendo" il galleggiante, 4. cronometro da un thread + tallone, 5. float-pilot, 6. orecchio (superiore) su una lenza, 7. linea ingrassata, 8. nodo del tappo + il tallone tiene il galleggiante davanti al leader, 9. piombo, 10. gancio a clip, 11. capo.

Per la pesca alla deriva, i pesci morti sono posizionati in modo equilibrato, in modo che si muova il più naturalmente possibile appena sopra il fondo. Un sistema con due ganci è perfetto per questo (uno mobile).

Una carrozza con un galleggiante

(Tirando l'esca dietro la barca, il cosidetto. taxi, in Polonia è vietato). Nei grandi bacini idrici, i lucci occupano spazi abitativi più ampi. Gli specialisti olandesi hanno sviluppato un metodo attivo per catturare il luccio nelle loro acque – trascinare un pesce morto su una canna da pesca con un galleggiante dietro la barca. A tale scopo, usano speciali galleggianti galleggianti con una guida della linea laterale. I normali galleggianti in linea non sono adatti per questo metodo, perché la lenza costantemente tesa "tira" su un pesce morto (tranne che per la situazione, quando è stato utilizzato un carico di piombo molto elevato).
I galleggianti con una guida esterna laterale cambiano posizione solo allora, quando la linea non è tesa, cioè, quando un pesce morto cade con il peso alla profondità appropriata. Durante il tiro, la lenza è tesa e questi galleggianti assumono il loro massimo "pescaggio".
Conosci bene la profondità della pesca prima di iniziare a pescare. L'ecoscandaglio è l'ideale per questo – ovviamente non per la caccia al luccio, ma per determinare la forma del fondo. Il famoso cacciatore di lucci olandese Jan Eggers ne è convinto, che questi predatori stiano il più in profondità possibile 7 m . Per tirare la barca, la migliore profondità è da 5 fare 7 m. Tuttavia, queste osservazioni sono vere solo nella stagione fredda. In estate, il luccio vive molto più in profondità. L'esca trainata dalla barca "corre" in diagonale – ecco perché abbiamo posizionato il galleggiante su un terreno più ampio, rispetto alla profondità effettiva della pesca (disegno 3).

Disegno 3: Quando si tira l'esca dietro la barca, il galleggiante deve essere posizionato più in profondità della profondità della pesca a causa del” linee diagonali.

La velocità della barca non dovrebbe essere troppo elevata: tardo autunno 1,2-1,5 km / h; in estate 1,5-2,0 km / h.
A seconda delle dimensioni dell'esca, profondità e velocità di traino, un peso è posto sopra la guida in metallo
0 peso da 10 fare 25 g. I pesci morti sono armati "sottosopra". Le lunghezze del gancio sono adatte a questo. La punta dell'amo superiore viene fatta passare attraverso la bocca del pesce, inferiore – è posto sul lato della coda. Un piccolo consiglio per fare le tue piattaforme di traino dietro la tua barca: il gancio superiore è posizionato sopra il passante, attraverso il tubo di restrizione. Prima di iniziare la pesca, la spaziatura degli acuti viene determinata in base alle dimensioni del pesce morto e lo stop viene stretto.

Pesce morto come un barcollante

Ogni, che spesso cattura pesci morti dal fondo, ha già vissuto questa situazione, o prima o poi sperimenterà una situazione del genere: l'esca giace sul fondo per ore e non suscita l'interesse dei predatori, fino a qui – improvvisamente, e al momento, quando volevamo tirarla fuori dall'acqua. Le conclusioni di questa osservazione casuale sono state utilizzate per creare un nuovo metodo di pesca: i pesci morti vengono recuperati lentamente nello stesso modo in cui viene guidato un wobbler. Il pesce che giace sul fondo viene tirato su molto lentamente 1-3 m a me stesso, poi si lascia cadere e così via. In bacini molto bassi puoi pescare in questo modo senza alcun carico. In acque più profonde, per mantenere il pesce in fondo, bastano poche palline di piombo. Solo in acqua corrente è necessario utilizzare un peso di una massa 20-30 g.
I pesci sono armati "a testa in su"; il gancio superiore è bloccato nella sua bocca, e il fondo a lato del pesce. Alla nostra esca può essere data un po 'più di vita piegandola leggermente durante l'installazione. Di sicuro, che un pesce morto rimarrà nel sistema per molto tempo. infilare l'estremità libera del terminale metallico dell'amo superiore attraverso i muscoli del pesce e tirarlo attraverso la sua bocca. Lo facciamo con un ago da esca, ovviamente. I ganci vengono martellati come segue: dalla parte superiore alla parte posteriore, un po 'dietro la testa, il lato inferiore -nella base della coda del pesce (disegno 4).

Disegno 4: armare i pesci morti per dare fiducia, che non si interromperà così velocemente quando la tiri su.

Tirando su un pesce morto, proprio come un wobbler, è un ottimo modo di pescare, soprattutto in acque sconosciute.
Per pescare attivamente o passivamente?
Quelle più buone trovi, posti di luccio, maggiori sono le possibilità di catturare questi predatori. Non è già un argomento sufficiente, parla a favore di un modo attivo di catturare il luccio con pesci morti? Amici, per cui la misura del successo è il numero di pesci catturati, saranno certamente d'accordo con la dichiarazione di cui sopra. Anche in vasche sconosciute e in quelle di ampia superficie, il metodo dinamico di cattura di un pesce morto produrrà un risultato di luccio molto più veloce, che in corso, a volte per ore, Ammollo il pesce in un unico posto. Tuttavia, ogni pescatore, conoscere gli habitat della pesca e del luccio, avrà risultati migliori su un pesce morto che giace sul fondo che su un pesce "tirato su". Dopotutto, i lucci non si nutrono bene.

Protezione necessaria

Il luccio soddisfa la fame durante brevi periodi di alimentazione. Un pescatore che vaga sul bordo dell'acqua, che colpirà per caso in questo momento, vivrà un'esperienza straordinaria, spesso al primo lancio. La pesca deliberata di grandi esemplari di lucci, tuttavia, richiede necessariamente una sessione più lunga in acqua. Il pescatore aspetta quindi con la sua esca per quello corto, molto promettente, il momento della poppata. In Inghilterra, i lucci di grandi dimensioni sono "sacri" e, dopo essere stati catturati, vengono rilasciati in acqua ogni volta. In Olanda storce il naso con disapprovazione, quando si parla di luccio, si vede soprattutto la loro utilità culinaria. Grazie a questo approccio, luccio ci vive completamente "senza problemi". In Polonia, molti di questi pesci godono dell'opinione di parassiti unici, divorando avannotti da incasso, uccelli acquatici e "bambini piccoli"… suppongo, che avrebbe dovuto essere cambiato molto tempo fa, preferibilmente alla moda inglese.

Il grande luccio è interamente responsabile della riproduzione naturale della specie (più precisamente, va detto – sulle femmine, perché gli individui di grandi dimensioni sono tutte femmine). Dovrebbero essere protetti e rimessi in acqua. Anche la loro carne non è molto gustosa (i migliori sono i lucci 3 kg). Per quanto riguarda il trofeo, è un'alternativa al bello, immagini che piacciono a tutti, c'è la testa aperta e dentata di un luccio di 10 kg, appeso sopra il letto in camera da letto.

La necessità di proteggere i lucci di grandi dimensioni è l'argomento più importante, sostenendo di averli rilasciati dopo essere stati catturati in acqua. Questo dovrebbe già essere preso in considerazione quando si sbarca un pesce. L'uso di gaff fa sicuramente il trucco in un modo. Se vogliamo liberare il luccio, dovrebbe essere preso con un guadino (A tale scopo sono disponibili anche guadini speciali in rete morbida, importato dall'Inghilterra). Ci sono tali pescatori, che ridono di questo approccio. Ridono finché lo fanno, finché non perdono il pesce della loro vita a causa di un guadino troppo piccolo.

Dopo averlo tolto dall'acqua, si consiglia di sganciare delicatamente il pesce. Il luccio viene messo un dito indice sotto la copertura branchia (dal lato ventrale) e dopo un leggero sollevamento della testa, aprirà la bocca volontariamente. Ora può essere facilmente rilasciato dal gancio utilizzando lunghe pinzette chirurgiche. È meglio spingere l'ancora in profondità nella bocca sotto il coperchio delle branchie e tagliare la linea.. A volte succede, che il luccio ha ingoiato l'esca così in profondità, che l'ancora sia conficcata nell'esofago o addirittura all'inizio del sacco "gastrico". Questo non significa una minaccia completa per la sua vita. Il Pike Disgorger di Drennan arriverà anche lì. Questa è una versione speciale del gancio, avendo anche una punta che permette di "spingere" indietro il sacco "gastrico", se è stato tirato un po 'nella gola del pesce quando lo si sgancia.

Nei casi più difficili, dovresti schiacciare le sbavature sull'ancora. Questo può essere fatto con le pinze Berkeley americane o con qualsiasi pinza a bracci lunghi, per il taglio (schiacciante) filo. Sganciare il pesce sarà molto più facile, se di regola peschi con ami senza sbavature. A questo punto, siamo di nuovo all'inizio della nostra serie di articoli sui grandi lucci. Il luccio non si rompe a causa della mancanza di sbavature sugli acuti, ma a causa di un brutto pugno in bocca o di un tiro sbagliato. Per favore credimi sulla parola, che lo sia davvero.