Quali metodi per catturare le carpe

Quali metodi per catturare le carpe

Una carpa sospettosa può essere ingannata, ad esempio da. utilizzando una linea guida sottile. L'esca dovrebbe essere legata all'amo vuoto con la lenza più sottile possibile; quando lo inghiottirà, la carpa tirerà anche un amo vuoto nella sua bocca

L'analisi dell'efficacia delle singole esche nella pesca mostra, che i seguenti metodi possono essere presi in considerazione quando si pesca la carpa:

– cattura a terra;

– pesca in acqua;

– cattura sulla superficie.

La pesca a terra è il metodo principale. La sua essenza è lì, che l'esca venga posizionata sul fondo mediante un carico o solo il proprio peso (possiamo usare un float o farne a meno). Quando si posiziona l'esca sul fondo, è necessario osservare il principio della massima semplicità e il minor peso possibile del set. Sarebbe ottimale pescare a brevi distanze senza alcun carico. Quando si lancia su medie distanze – 20-30 m – è sufficiente un carico costituito da più pezzi di nastro di piombo serrati su una lenza, quando si lancia su distanze maggiori, scegliamo pesi passanti opportunamente più grandi.
Puoi anche, per preoccupazione per la sensibilità appropriata della canna, Installare pellet di piombo di diverse dimensioni su una lunghezza della linea 100-150 cm in questo modo, quello 30-40 cm dal gancio, posizionare il pezzo più piccolo, e poi aumentando gradualmente a intervalli regolari. La scelta della forma e delle dimensioni dei pesi maggiori dipende dalla natura della pesca, dal tipo di fondale e dalla lunghezza dei lanci necessari. Di solito li montiamo come passanti direttamente sulla linea con l'utilizzo di limitatori. Spesso vengono utilizzati anche capi portanti speciali. Dopo il lancio, lascia che l'esca affondi sul fondo, e poi avvolgiamo la lenza in eccesso in questo modo, per entrare in contatto con l'esca. Quando si pesca senza un dispositivo di segnalazione, mantenere la lenza tesa, e posizionare l'asta inclinata - preferibilmente sì, tra di lui, e la linea tesa era un angolo di ca.. 90°. Se usiamo una sirena, su cui montiamo 15 - 25 La linea cm è sospesa tra le ultime guide, puoi sistemare l'asta in questo modo, essere un'estensione della lenza. In buona visibilità, soprattutto con il vento, Posiziona l'asta orizzontalmente, il più in basso possibile vicino al suolo, sulla luce grigia (per una facile osservazione) possiamo dirigere la sua punta leggermente verso l'alto.

In determinate circostanze, le carpe possono comportarsi in modo atipico, quindi lasciano le loro posizioni vicino al fondo e fanno escursioni a varie profondità dell'acqua. Non deve essere causato dalla fame, possono cercarne uno migliore, acqua più ricca di ossigeno. Un boccone appetitoso e dall'aspetto naturale può quindi suscitare il loro interesse. La pesca al passo è quindi giustificata, soprattutto in estate durante il giorno, al confine di tratti tranquilli e veloci, sotto la condizione di un'incursione di massa – sognare ad occhi aperti – a quel tempo, insetti acquatici. La canna da pesca dovrebbe essere il più leggera possibile, carico minimo e il più piccolo galleggiante possibile, in modo che l'esca sollevata dalla corrente desse l'impressione più naturale.

I principali metodi per catturare le carpe in superficie: a brevi distanze si può pescare con l'attrezzatura scarica (UN) o con una palla d'acqua (B), per distanze maggiori è possibile utilizzare un peso passante (C), il leader deve essere maggiore della profondità dell'acqua, affinchè l'esca salga in superficie.

Catturare le carpe vicino alla superficie nelle afose giornate estive non richiede un campione qualsiasi, chi può mettere l'esca (un pezzo di crosta di pane, croissant freschi ecc.) a grande distanza così, restare a galla il più a lungo possibile. Ogni carico dovrebbe essere bilanciato con un galleggiante, quindi meglio optare per un pezzo di pelle leggermente più grande, quale (renderlo più pesante) immergere in acqua prima di colare. Durante il cast, la pelle si asciugherà un po 'e rimarrà a galla. La lunghezza dei lanci può essere aumentata affrontando il vento. Il kit per la pesca in superficie deve essere delicato, asta lunga, linea di pesca a 0,18 millimetro, grande esca, in modo che possa svolgere anche parzialmente la funzione di esca e carico. Non lasciamoci scoraggiare dalla passività, mancanza di interesse per la carpa nei primi momenti dopo aver lanciato l'esca. Ci vuole un po 'prima che il loro interesse emerga, quando i pesci piccoli iniziano a beccare l'esca. Allora dobbiamo essere in allerta, perché in qualsiasi momento puoi aspettarti, che un banchetto di pesci rossi sbaglierebbe anche la carpa più flemmatica, che, con un forte bacio, farà saltare via il boccone dalle loro bocche. Il pescatore a mosca può avere successo anche quando pesca in superficie.

Alcuni sono troppo belli (per esempio.. a causa di sorgenti sottomarine) acque, la cui temperatura non supera nemmeno in estate 10-12 ° C, le carpe cercano di procurarsi del cibo in quelle superiori, strati d'acqua relativamente caldi. In tali condizioni, pescare a basse profondità è solo la cosa giusta da fare; la sua efficacia è aumentata dalla generale scarsità di alimenti naturali, fabbricazione, quelle carpe affamate non sono eccessivamente diffidenti nei confronti delle esche. Nelle pubblicazioni professionali si possono trovare descrizioni di "tipico” carpa. Trattiamolo con una certa cautela, perché la reazione del pesce può variare, e ogni modo potrebbe essere descritto come tipico. Succede, quando la carpa si comporta "tipicamente”, che mastica prima l'esca in bocca, che è indicato dal tremolio della sirena, ea volte ci lascia anche il tempo di fare jam. Presto la linea inizia a diventare tesa. Tuttavia, spesso è così, che la carpa afferrerà semplicemente l'esca e senza preavviso, Scompare all'istante con lei, in modo che a volte riusciamo a malapena a salvare la canna da pesca. Determinate regole si applicano quando si sceglie il momento giusto per incepparsi. In condizioni normali, non dovresti affrettarti troppo. Al primo segno dell'indicatore del morso, stai attento e aspetta, finché il pesce non inizia a battere saldamente la lenza. C'è anche una regola generale, che inceppiamo più velocemente con esche più grandi, con quelli più duri, soprattutto con il mais, stiamo aspettando uno sviluppo di linea più deciso. Dipende anche dalla stagione e dalla temperatura dell'acqua. Ad esempio, alla fine della stagione, la carpa non morde mai così forte, come d'estate; qui ci inceppiamo ai timidi segni di un morso.

Può essere molto diverso trainare una carpa comunemente considerata un pesce combattente. Tuttavia, è anche influenzato dall'ambiente, e principalmente l'origine del pesce. È solo deplorevole, che le carpe degli stagni di riproduzione hanno ereditato poco valore dai loro antenati selvaggi.

Tuttavia, i tentativi di fuga anche di diverse decine di metri sono abbastanza tipici anche per le carpe d'allevamento, e quindi durante il traino – di regola, attrezzature delicate - non c'è bisogno di affrettarsi. Nella prima fase del traino, tieni la carpa il più lontano possibile. In questo modo, sfrutteremo al massimo le proprietà della canna e del monofilo. Prendiamocene cura, per tenere l'asta ad angolo retto (questo allevierà la linea) e non perdere un attimo il contatto con il pesce. Quando ci sono chiari segni di indebolimento del pesce, possiamo iniziare un contrattacco e finire il combattimento vittoriosamente catturandolo con un guadino sufficientemente forte (proviamo a farci entrare il pesce con la testa in avanti).

8/8 - (4 voti)