Pesca di idi e cavedani dall'acqua

All'inizio dell'estate si possono ottenere buoni risultati pescando idi e cavedani in fiumi poco profondi e con flusso veloce. Questi pesci si sono già riposati dopo la deposizione delle uova e ora sono molto attivi nutrendosi sotto la superficie dell'acqua. Anche i pescatori occasionali, piuttosto pensando di passare una bella giornata in riva al mare, poi catturano grossi cavedani. Catturare questi pesci un po 'più tardi è molto più difficile. Con la pesca intensiva la naturale diffidenza nei confronti del pesce ritorna molto rapidamente. Il primo sintomo di "vigilanza” il pesce diventa evitando la crosta del pane, quando inizia a muoversi in modo innaturale nella corrente del fiume. Resistenza. cosa mette la lenza, tollera in modo innaturale la crosta del pane, in modo che spesso scorre verso la riva o vada alla deriva troppo lentamente. Non suscita quindi l'interesse dei pesci, mentre i pezzi di pane caduti sciolti nell'acqua vengono divorati da me. Questo è un fatto leggermente fastidioso, ma ci sono modi per farlo anche. Dovresti prendere in considerazione tutti i piccoli dettagli del comportamento dei pesci ed essere paziente.

Scivolare

Se voglio pescare con una crosta di pane galleggiante, Faccio prima un trattamento speciale sulla bobina del mulinello. Lucido il bordo con un pezzo di pelle, finché non diventa liscio. Di conseguenza, il coefficiente di attrito del filo contro il bordo della bobina sarà ridotto al minimo. Quindi avvolgo una lenza rigida (non può essere elastico) un po 'più di capacità della bobina. Lubrifico anche la linea con un agente che gli permetta di rimanere sulla superficie dell'acqua. Infine, passo più volte la linea su un panno morbido come questo. in modo che non ci sia la minima piegatura che potrebbe causare l'inceppamento durante l'espulsione. La canna deve essere più rigida di quella normalmente utilizzata per la pesca al cavedano. Tutte queste laboriose preparazioni poi ripagano con un buon risultato di cattura.

Anche i cavedani si conosceranno presto grazie a questo stratagemma. Inizieranno ad assistere l'esca con cautela. A seconda del comportamento, posso distinguere tra tre tipi di pesce che aiutano la mia pelle. Questi sono – nella mia terminologia – "Urgente”, "Provare" e "colpire con la coda". "Urgente” seguono la scia dell'esca e ne mordicchiano i bordi per così tanto tempo, finché ne rimane solo un residuo, con un gancio all'interno. D'altra parte, gli individui "provanti" prendono l'intera esca alimentata nelle loro bocche, ma lo sputano subito. Ripetono così spesso questa manovra, finché il pescatore perde la pazienza e balbetta, il più delle volte nel vuoto. "Colpire la coda” sono spesso individui grandi e aggressivi. Colpiscono la coda o tutto il corpo contro la pelle desquamata, non prenderlo in bocca. L'esca trattata in questo modo il più delle volte si rompe e alla fine viene lasciata una presa nuda.

Trucco

Esistono diversi modi per ingannare questi pesci. Puoi pescare solo per la carne della pelle. Il pane deve essere fresco, e formare un grosso pezzo di polpa su un uncino a forma di mazzo di fiori (Lince. 1). Il pane non impastato ha una galleggiabilità sufficiente, stare con il gancio sulla superficie dell'acqua. Il pesce che colpisce l'esca la rompe in pezzi, ma il gancio rimane ancora ben camuffato in uno di essi. Briciole di pane che cadono ora (uno con un gancio) sono presi più volentieri dal pesce (Lince. 2) Puoi anche mettere un pezzo di polpa di pane sul gancio, e usa la pelle come un galleggiante (Lince. 3). Un grosso pezzo di crosta legato a una linea e un piccolo pezzo di pane su un gancio si sono spesso rivelati una buona idea. Sembra. come se un pezzetto si staccasse da quello più grande (Lince. 4).

Dopo un po 'di tempo, nessuno dei metodi sopra menzionati sarà efficace. Il pesce inizierà a ignorare qualsiasi tipo di esca sulla superficie dell'acqua ed è ora di galleggiare. Disposto a continuare a pescare dalla superficie dell'acqua, dovremmo iniziare a farlo di notte. È ancora più complicato che durante il giorno, ma la pesca altrettanto eccitante è difficile da trovare. La notte dovrebbe essere serena, e l'acqua è trasparente, in modo da poter vedere l'ombra dell'esca nell'acqua. Il sudore stesso avviene così com'è durante il giorno, solo che non vediamo il morso, ma li riconosciamo dal movimento della linea. Anche in una notte serena. quando vedi il pesce, non si può dire, se c'era un morso. Tengo la mano serrata appena sopra la bobina del mulinello. Questo ti permette di sentire la lenza tirata dal pesce. Il filo si stacca rapidamente dalla bobina durante un morso. Quindi chiudo la cauzione e inceppamento. Qualche parola in più sulla preparazione della crosta. Prima di allora, ho usato pane semplice. Attualmente sto usando pane tostato. Ne taglio pezzi di pelle e li impasto in un panno umido, fino ad ottenere la giusta consistenza.

8/8 - (3 voti)